A1/M UN'AMSICORA CONCRETA PORTA A CASA I TRE PUNTI CONTRO FINCANTIERI

Sotto un sole semi-estivo l'Amsicora chiude con un'altra vittoria la due giorni casalinga e raggiunge la Bonomi al secondo posto in classifica, dietro la capolista Bra ma con una partita in meno da recuperare.

Anche quest'anno il campionato sembra riproporre una corsa a tre, con il Bra vera macchina da goal, la Bonomi subito dietro e i campioni d'Italia in carica con la miglior difesa assoluta. Ce n'è per tutti i gusti, per quanto sia ancora presto per tirare le somme.

Archiviata la vittoria col CUS Padova, l'Amsicora si ripresenta in campo contro Fincantieri con la stessa formazione: Manca tra i pali, Lai e Polo laterali, Mureddu e Lorrai centrali, Giaime Carta, Giustini e Tisera a centrocampo, Angius, Mura e Nicola Carta in avanti.

Rispetto alla partita contro gli universitari, gli amsicorini entrano in campo con tutt'altro piglio. Concentrazione e determinazione sono le due parole su cui Roberto Carta deve aver lavorato sodo negli spogliatoi per inculcare ai suoi la giusta mentalità e i ragazzi sembrano dargli le risposte attese, creando subito alcune occasioni importanti fin dai primi minuti di gioco.

Ciononostante, ancora una volta è la squadra ospite a passare in vantaggio al primo vero affondo. Cross nei ventidue e Navjosh Singh trova la spizzata vincente. 1 a o per Fincantieri.

"Spizzata chiama spizzata" e Davide Lugas risponde immediatamente all'appello, portando i Verdi al pareggio.

Il pallino del gioco è saldamente in mano ai padroni di casa. Fincantieri con un 4-4-2 cerca di contenere gli attacchi amsicorini e ripartire in contropiede. Mureddu e compagni, però, metabolizzata l'esperienza col Padova, non cascano nella trappola e si portano in vantaggio con Giaime Carta, autore di un'altra bella spizzata su cross di Angius, ben imbeccato in area dallo stesso Mureddu.

Sul punteggio di 2 a 1 per i campioni d'Italia si chiude anche la prima frazione di gioco.

Nel secondo tempo fa capolino il solito tallone d'Achille degli amsicorini, la ripresa delle ostilità dopo il riposo. Gioco lento, gambe molli e scarsa lucidità in difesa consegnano intere praterie a Fincantieri e al suo uomo di maggior spicco, Navjosh Singh, che non si fa pregare e trova la via del goal su corto.

È la scossa di cui i Verdi avevano bisogno per suonare la carica.

È Capitan Mureddu a infilare la porta avversaria con un tap-in, a conclusione di un'azione di corto.

Subito dopo Giaime Carta realizza il 4 a 2 su rigore, procurato da Giacomo Boi, messo giù senza tanti complimenti dall'estremo difensore ospite.

A pochi secondi dalla fine chiude l'incontro il 5 a 2 ad opera di Mura, che tira da destra una saetta di drive che il portiere avversario riesce appena a toccare.

Un'Amsicora ancora non al meglio ma comunque concreta quanto basta nel momento del bisogno, che porta a casa i tre punti, obiettivo primario per restare sulla scia della battistrada Bra. Roberto Carta ha ancora del lavoro da fare per amalgamare il gruppo ma i risultati gli stanno dando ampiamente ragione.

Il prossimo sabato ancora un turno casalingo contro la Tevere, oggi sconfitta in casa dalla Bonomi. Altro giro, altra corsa.

23/10/2016 Uff. Stampa Amsicora

Sport: 

Anno: 

CORSI AVVIAMENTO ALLO SPORT

 

Società Sportiva Amsicora Cagliari

Amsicora

Questo è il sito della Società Sportiva Amsicora di Cagliari. Al suo interno è possibile trovare notizie, foto e video degli sport praticati

Contatti