A1/M AMSICORA - HC ROMA PARI E PATTA

Un pari che, per come è maturato, sta stretto all'Amsicora ma che poteva trasformarsi in beffa per i cagliaritani.

L'HC Roma capitalizza al meglio le occasioni che ha saputo costruirsi nell'arco dei settanta minuti, costringendo i padroni di casa ad inseguire due volte.

Alla fine il pareggio con tre reti per parte è il risultato più scontato col quale si chiude una delle classiche del campionato.

È la squadra ospite ad aprire le marcature al 5', con una deviazione di Mastrogiacomo, che sfrutta al meglio una verticalizzazione in area amsicorina.

Tra l'ottavo e il diciottesimo minuto l'Amsicora colleziona cinque corti di fila ma solo al quinto tentativo Lorrai insacca la rete dell'1 a 1.

La partita si gioca a centrocampo. Entrambe le formazioni, tatticamente ordinate, non trovano l'affondo giusto ma è la squadra di casa ad esercitare la maggiore pressione.

Al 31' l'Amsicora guadagna il suo sesto corto. Il portiere ospite si esibisce in una doppia parata, prima sul tiro di Giaime Carta, poi sul tap in di Angius.

Si va al riposo sul punteggio di uno pari.

Il secondo tempo si apre col primo corto della partita in favore della Roma.

Il tiro a giudizio dell'arbitro D'Angelo è respinto in maniera irregolare dalla difesa amsicorina. Viene perciò fischiato un altro corto in favore dei romani, sui cui sviluppi arriva il raddoppio di Guzman.

Il nuovo vantaggio romano dura appena tre minuti. Al 4' viene concesso un penality all'Amsicora che Giaime Carta realizza, pareggiando i conti.

Al 7' altro rigore per l'Amsicora per atterramento in area di Davide Lugas. Stavolta l'estremo difensore romano para il tiro dello specialista Giaime Carta ma si infortuna ed è costretto a lasciare il terreno di gioco.

Al 14' l'Amsicora guadagna il suo settimo corto. È ancora Lorrai a realizzare, portando i suoi sul 3 a 2.

Qualche minuto dopo è la Roma a prendersi un corto. Sul tiro ci mette il bastone il solito capitan Mureddu, che si esibisce in una delle sue proverbiali respinte come portiere aggiunto. Sulla ribattuta la pallina attraversa lo specchio della porta senza oltrepassare la linea. I romani reclamano il goal ma l'arbitro D'Angelo, ben appostato, non è dello stesso avviso.

Al 23' la Roma pareggia su azione con Waters. È la rete del definitivo 3 a 3 che chiude l'incontro.

Amsicora a digiuno di vittorie ormai da quattro turni (non accadeva da tempo immemorabile). Il Bra che ormai fa campionato a non è più una notizia. A farne le spese oggi il Bonomi che scivola così al terzo posto, in compagnia di Amsicora, Ferrini e Tevere dietro, appunto, la Roma, da oggi solitaria occupante la piazza d'onore, con 12 punti di distacco dalla capolista.

Scudetto ormai virtualmente cucito sulle maglie braidesi, a meno di qualche avversa coincidenza astrale. Resta del tutto aperta la lotta per il secondo posto che vale l'Europa.

20/11/2016 Uff. Stampa Amsicora

Sport: 

Anno: 

CORSI AVVIAMENTO ALLO SPORT

 

Società Sportiva Amsicora Cagliari

Amsicora

Questo è il sito della Società Sportiva Amsicora di Cagliari. Al suo interno è possibile trovare notizie, foto e video degli sport praticati

Contatti