A1/M: AMSICORA, UN PAREGGIO E UNA VITTORIA NEL NORD EST, AGGANCIATA IN VETTA DALLA BONOMI

Il doppio turno settimanale , chiuso con il pari di sabato a Padova contro il CUS e la netta vittoria odierna a Monfalcone contro la Fincantieri, decreta per l'Amsicora la perdita del primato in solitario in classifica, ora condiviso con la Bonomi, reduce da un doppio successo casalingo contro Ferrini e CUS Cagliari. Il Bra diventa la terza forza del campionato, a una sola  lunghezza dalle due battistrada, dopo aver liquidato entrambe le formazioni sarde a giochi incrociati proprio con i lomellini. La Ferrini, in virtù delle due sconfitte rimediate, scivola al quarto posto, a cinque punti dal Bra e a sei dalle due capoliste. Questa la sintesi della terza e quarta giornata del girone di ritorno per quanto riguarda la corsa allo scudetto.
 
Amsicora 2 a 2 contro il CUS Padova, pareggio che per certi versi sta stretto ai cagliaritani ma che poteva tramutarsi in beffa, se Manca non avesse parato un rigore a pochi minuti dalla fine.
 
Inizio arrembante per gli amsicorini, che guadagnano subito un corto, ben tirato da Giaime Carta, che il portiere patavino respinge. Dalla rimessa nasce però l'azione offensiva che porta al goal dei padroni di casa. I cussini conquistano una punizione nella metà campo amsicorina, azione a sinistra, la pallina viene crossata a centro area e Ceolin è bravo a infilare la porta cagliaritana
Dopo lo svantaggio i verdi ripartono a spron battuto e conquistano un nuovo corto, che si conclude con un nulla di fatto.
Pochi minuti dopo arriva il pareggio. Azione sulla sinistra condotta da Angius e Kotrc, quest'ultimo serve in area Mura, l'attaccante amsicorino spara uno dei suoi rovesci e supera l'estremo difensore avversario. 
L'Amsicora mantiene il pallino del gioco mentre il CUS si chiude nella sua metà campo, pronto a colpire di rimessa. I cagliaritani guadagnano altri due corti, entrambi spediti fuori, prima da Hancharou, poi da Giaime Carta.
 
Il primo tempo si chiude sul punteggio di 1 a 1.
 
La ripresa si apre subito con un corto in favore dell'Amsicora che Tisera realizza. 
Il leitmotiv del match rimane lo stesso del primo tempo: i cagliaritani che attaccano senza concretizzare, i patavini che controllano le incursioni avversarie e pungono in contropiede. Alla fine è il Padova a capitalizzare al meglio la sua condotta di gioco con due azioni di rimessa, prima guadagnandosi il corto che porta Contorto al pareggio con un bel tiro teso alla destra di Manca, poi prendendosi un rigore per atterramento di un suo attaccante ad opera dello stesso Manca, che si riscatta prontamente con una bella parata.
 
È anche l'ultimo sussulto della partita, che si chiude sul punteggio di 2 a 2.
 
Oggi contro Fincantieri, alla luce dei risultati del giorno prima, la vittoria era d'obbligo per non cedere terreno alla Bonomi, appaiata in classifica, e al Bra, portatosi a ridosso della prima piazza. Missione prontamente compiuta da Roberto Carta & C..
 
Si parte subito con la prima rete amsicorina, su rigore trasformato da Giaime Carta, immediatamente neutralizzata dai padroni di casa che pareggiano su errore difensivo dei cagliaritani. 
 
I verdi, però, hanno tutt'altro piglio rispetto alle ultime prestazioni e nel giro di pochi minuti dilagano, prima con Hancharou, poi con Asuni ed infine con Angius, chiudendo la prima frazione di gioco in netto vantaggio per 4 a 1.
 
Secondo tempo ancora di marca amsicorina. 
 
Arriva il quinto goal, ad opera di Hancharou, abile ad infilarsi nelle maglie difensive cantierine e a battere il portiere avversario.
Subito dopo Angius bissa di rovescio e porta i suoi sul 6 a 1. 
 
Qualche minuto più tardi la Fincantieri accorcia le distanze su contropiede, complici un'espulsione temporanea di Asuni ed un fallo non fischiato ai danni dell'Amsicora.
 
Non c'è due senza tre e Fincantieri riesce ad infilare per la terza volta la porta di Manca, fissando l'esito finale dell'incontro sul 6 a 3 in favore della squadra sarda. 
 
Risultato mai in discussione, con i Campioni d'Italia padroni assoluti del campo che pur con qualche piccola sbavatura hanno tenuto in mano il pallino del gioco per tutti i settanta minuti.
Una prova di forza che ridà mordente alla squadra di Roberto Carta in vista dei prossimi impegni, primo fra tutti quello casalingo di sabato prossimo contro il Bra, che si preannuncia decisivo in chiave scudetto mentre la Bonomi è attesa in casa della Tevere, autrice in questa seconda fase di un ruolino di marcia di tutto rispetto, con quattro vittorie su quattro, 16 reti all'attivo - una media di 4 a partita, secondo miglior attacco dopo il Bra a quota 19 - e appena 3 subite, portatasi a due sole lunghezze dal quarto posto occupato dalla Ferrini.
Un campionato sempre più avvincente e aperto per la conquista del Tricolore.
 
Luigi Rocchigiani 03/04/2016

Sport: 

Anno: 

CORSI AVVIAMENTO ALLO SPORT

 

Società Sportiva Amsicora Cagliari

Amsicora

Questo è il sito della Società Sportiva Amsicora di Cagliari. Al suo interno è possibile trovare notizie, foto e video degli sport praticati

Contatti